Criteri costruttivi, tecnologie applicative
e criteri di calcolo

Nel corso degli ultimi anni la scienza dei terremoti e la stessa ingegneria sismica hanno attraversato una trasformazione tecnico scientifica di stra-ordinaria importanza e qualità.
L’approfondimento degli studi dei fenomeni sismici e delle conseguenze sulle strutture in scala reale ha portato a riconsiderare alcuni concetti acquisiti prevalentemente sulla base di modelli di calcolo e prove di laboratorio: in particolare è stata riconsiderata l’intensità e la severità delle azioni sismiche in zona epicentrale, precedentemente sottostimata, ed è stata approfondita ed acquisita l’importanza del sito, della natura geologica e delle effettive caratteristiche fisico-meccaniche dei terreni, dei dettagli costruttivi delle strutture.
Attraverso l’analisi delle conseguenze sul pa-trimonio edilizio colpito dagli eventi tellurici è stato possibile verificare e confermare l’assoluta importanza della preventiva analisi accurata del comportamento dinamico-sismico per qualunque tipo di struttura, indipendentemente dalle relative dimensioni spaziali.
ATE promuove questo incontro con l’intento di contribuire all’informazione dei Tecnici e degli Operatori del settore sui nuovi criteri di analisi sismica delle strutture facendo riferimento alla normativa nazionale, ai codici EC7 ed EC8 e all’Ordinanza 3274 e ai recenti documenti emessi dalla Protezione Civile della Regione Lombardia (Delibera di Giunta 14964 del 7/11/2003 e Decreto 19904 del 21/11/2003)

In occasione del Convegno verrà distribuito ai soci il CD ATE “NORMATIVE DEL XX SECOLO”. Esso raccoglie il primo risultato di una ricerca che, partita dalla fine del XIX secolo ed estesa sino alla legge quadro 1086 del 1971, ha avuto l’obiettivo di realizzare (attraverso l’esame dell’evoluzione della normativa, delle caratteristiche dei materiali, dei carichi e delle tecniche costruttive) uno strumento utile a coloro che si accingono ad intervenire su una costruzione d’epoca.

Donatella Guzzoni – (Presidente ATE)
Introduzione al Convegno

Alberto Castellani - (Socio ATE - Ordinario di Tecnica delle Costruzioni presso il Politecnico di Milano)
Il nuovo Eurocodice 8

Paolo Riva - (Professore Associato di 'Costruzioni in zona sismica' presso l'Uuniversità di Brescia)
Le strutture in c.a.: disposizioni e particolari costruttivi

Claudio Comastri - (Socio ATE - Professore incaricato di ‘Consolidamento dei Terreni’ presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Ferrara)
Ingegneria geotecnica in zona sismica: criteri di analisi e riferimenti normativi (EC7)

Olivo Molinari - (Socio ATE – Pittini spa )
Importanza degli acciai duttili in relazione alla progettazione in zona sismica

Alberto Parducci - (Ordinario di Tecnica delle Costruzioni e titolare del corso di Costruzioni in Zona Sismica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Perugia)
Quali soni i veri contenuti innovativi delle nuove norme sismiche?

Antonio Borri - (Ordinario di Scienza delle Costruzioni presso la Facoltà di Ingegneria dell’ Università di Perugia)
La nuova normativa sismica e l’edilizia storica: alcune considerazioni

Agostino Marioni - (Alga)
I dispositivi antisismici: applicazionie ed esempi di calcolo

•Francesco Cantoni (socio ATE- già ITC-CNR) e Paolo Rocca (socio ATE, ITC-CNR)
Presentazione del CD ATE "La Normativa Tecnica Italiana del secolo XX"

Filiberto Finzi - (Socio ATE - Poilitecnico di Milano-Consulente del Comune di Milano)
“Recupero strutturale di vecchi edifici” testo - immagini - natta


Indietro | Chi siamo | Pubblicazioni | Visita il nostro sito